CAVALLI E TRAUMA: Se amiamo i cavalli smettiamo di far loro del male

Aggiornamento: gen 29


Ho scritto due libri sui cavalli - Il potere segreto dei cavalli e Richiami di vento e di criniere - ma quella che state per leggere è la cosa più difficile che io abbia mai scritto.

In questo testo, che è quasi una lettera aperta rivolta agli amanti dei cavalli, vi svelerò un piccolo segreto che riguarda la mia relazione con i cavalli (e in particolare con quelli traumatizzati) di cui sono a conoscenza solo poche persone.

Vi svelerò anche perché ho scelto di parlarvene e perché ho bisogno del vostro aiuto: ma, in cambio, vi chiedo di avere il tempo e la pazienza di leggere questo articolo fino in fondo…

Buona lettura!


La mia personale esperienza con i cavalli

Da molti anni (più di una decina) la mia “attività” personale con i cavalli avviene sempre e solo in un’unica modalità: passo ore e ore accanto a loro senza fare (apparentemente) nulla se non osservarli nelle dinamiche relazionali e stabilire una connessione con la mia sola presenza.

Per lo più, ho passato e passo il mio tempo con i cavalli in branco (non sono mai cavalli selvaggi, ma branchi di cavalli messi insieme dall’uomo e dall’uomo gestiti) o, in alternativa, con cavalli soli e abbandonati dai proprietari (ne sono pieni i maneggi) e che nessuno guarda più.

Molto di quello che so sull’interazione tra cavalli e sulle loro esigenze me lo hanno insegnato loro. L’esperienza pi